Un vuoto doloroso

Per l’emergenza dell’epidemia sono state chiuse le chiese. Nemmeno durante la guerra questo avvenne: c’erano i bombardamenti e gli spari ma le chiese erano aperte. Uno stato laico chiude le chiese ma lascia aperti i supermercati, chiude le chiese ma lascia uscire per jogging. Non si potevano garantire funzioni religiose con le stesse regole dei Leggi di piùUn vuoto doloroso[…]

La Danza della Vita

Scrive Sergio Conti che negli anni ’70 i paesi dell’Est, Unione Sovietica in testa, conducevano intense ricerche sui fenomeni paranormali. Lo facevano con criteri esclusivamente laici e scientifici, scevri da ogni tentazione esoterica o trascendente. Ed avevano elaborato una disciplina, la psicotronica, che si fondava su una convinzione: “La psicotronica parte dal principio che l’energia, Leggi di piùLa Danza della Vita[…]

La duplicità della Sapienza: Maria e Cristo

Egli è immagine del Dio invisibile, primogenito di tutta la creazione, perché in Lui furono create tutte le cose nei cieli e sulla terra, quelle visibili e quelle invisibili: Troni, Dominazioni, Principati e Potenze. Tutte le cose sono state create per mezzo di Lui e in vista di Lui. Egli è prima di tutte le Leggi di piùLa duplicità della Sapienza: Maria e Cristo[…]

Padre M.Kolbe e S.D’Acquisto icone di Cristo

…Per mezzo di Lui e in vista di Lui siano riconciliate tutte le cose, avendo pacificato con il sangue della Sua croce sia le cose che stanno sulla terra, sia quelle che stanno nei cieli (Colossesi 1,20) Per gli antichi il concetto di sacrificio per ottenere il favore della divinità e allontanare il male era Leggi di piùPadre M.Kolbe e S.D’Acquisto icone di Cristo[…]

Guardo il vento

Seduto nel silenzio, guardo il vento trascinare via le ore ed ascolto muta la sabbia della mia clessidra assottigliarsi sempre più. Ci sarà una mano che la girerà quando l’ultimo granello sarà sceso, altre ore si rincorreranno nuove o rimarrà immota per sempre? E se tornasse a scorrere, la sabbia ricorderà dove era prima?  

23 MAGGIO 1952

  Dunque una volta all’anno un giro di boa. Un altro anno, un altro giorno che mi avvicina all’incontro col mistero di Dio. E Questi mi sta forgiando per quel momento con affanni, preoccupazioni, dolori perché non mi rammarichi troppo di quello che apparentemente lascerò qua. Viviamo i nostri giorni come se fossimo eterni. Forse Leggi di più23 MAGGIO 1952[…]

FATIMA 13 MAGGIO 1917

  Le apparizioni di Fatima rappresentano una visione profetica, avvenuta sul finire del secondo millennio, esplicito annuncio di un periodo di profondi e traumatici mutamenti, che segnano la fine di un’epoca e l’inizio di un grandioso processo di rinnovamento dell’umanità. Gli avvenimenti del secolo scorso ne fanno parte e sono stati preannunciati. Fatima tuttavia non Leggi di piùFATIMA 13 MAGGIO 1917[…]

Il rogo di Notre Dame

Il rogo spaventoso della cattedrale di Parigi mi ha ricordato il martirio del Gran Maestro templare Jacques De Molay il quale, prima di esser tormentato dalle fiamme, chiese agli aguzzini di volgere il suo volto verso Notre Dame. Perché la cattedrale, intitolata a Nostra Signora, non era solo il simbolo della Madre di Dio, ma Leggi di piùIl rogo di Notre Dame[…]

L’Arca

Ho cercato per anni significati alchemici ed esoterici in questo affresco arcano di Piero della Francesca. Tutto in realtà è assai più semplice. “Faranno dunque un’arca…”(Es.25,10) “Farai due cherubini d’oro…un cherubino ad un’estremità e un cherubino dall’altra estremità…avranno le due ali stese di sopra, proteggendo con le ali il coperchio…” (Es.25,18) “Introdussero l’arca del Signore Leggi di piùL’Arca[…]

L’Icona

  “Ecco osservo l’icona e dico dentro di me: – E’ lei stessa – non la sua raffigurazione, ma Lei stessa, contemplata attraverso la mediazione, con l’aiuto dell’arte dell’icona. Come attraverso una finestra vedo la Madre di Dio, la Madre in persona, e Lei prego, faccia a faccia, non la sua raffigurazione. Si, è nella Leggi di piùL’Icona[…]