Russia e Medio Oriente

Oggi in politica estera ammiro Putin. Sarà un dittatore in Russia, ma in politica estera è l’unico che ha le idee chiare e si muove con coerenza. L’Europa dovrebbe essergli grata e sostenerlo, invece di attaccarlo con sanzioni assurde.

In Turchia ha avuto il coraggio di dire ciò che tutti sanno ma si limitano a sussurrare: l’Isis è finanziata anche da paesi che a parole la combattono, anche da governi che nel G20 promettono di colpirla. Il riferimento alla Turchia è chiaro, a quell’Erdogan che pretende di usare l’Isis contro le giuste aspirazioni della nazione curda, contro la politica regionale dell’Iran. Che apre le basi ai caccia americani per aver mano libera contro i Curdi, gli unici che combattono con efficacia l’Isis. Ma forse sono gli stessi americani, nella loro folle ed incoerente politica estera, che con una mano combattono l’Isis e con l’altra la sostengono.

Putin ha denunciato questo, ed il Tg di Sky lo ha fedelmente riportato. Il TG2 lo ha censurato deliberatamente. Vergogna!Vergogna!Vergogna! L’America di Obama non ha gli stessi interessi dell’Europa, Putin si. L’America di Obama guarda all’Asia. In Medio Oriente sa fare solo disastri. Nella guerra del petrolio e nell’incapacità di capire gli altri popoli ha distrutto e devastato l’Iraq e la Libia, rendendo instabile tutta l’area. Nel nome di una finta democrazia, che in realtà è solo plutocrazia, ha destabilizzato il mondo per renderlo supino ai propri interessi economici. Oggi considera ancora la Russia come il nemico numero uno, senza rendersi conto che i nemici dell’Occidente sono altrove.

Già, l’Occidente.

Ma l’America ne fa davvero ancora parte?

Russia ed Europa si, questo è l’Occidente. Guardiamo ai nostri veri interessi, non a quelli di una nazione che non ha tradizione nè storia, che in Iraq ha permesso, senza alcun rimorso, senza muovere un dito,il saccheggio di un patrimonio archeologico che apparteneva all’umanità, che ha spianato le rovine di Babilonia per costruirvi sopra le proprie basi. Con quale diritto questa America ignorante  e incolta si sdegna per le devastazioni sistematiche dell’Isis al patrimonio storico ed artistico, dimenticando di aver fatto lo stesso?

Non è questa America che può porsi a guida dell’Occidente. La Russia ci sta convincendo di averne la capacità.

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.