L’enigma dell’influenza suina

Per questa influenza in Messico si è fermata una nazione; in Inghilterra si impedisce l’imbarco sui voli dei passeggeri con sintomi sospetti; in Italia ogni malato viene isolato  nei reparti infettivi degli ospedali; in tutto il mondo si corre verso una vaccinazione massiccia della popolazione. Terribile scenario, no?

Poi ci viene spiegato che non dobbiamo allarmarci perché questa influenza ha una mortalità bassissima, che in due  o tre giorni si torna in piedi, che si tratta di un malanno banale assai meno pericoloso dell’influenza stagionale.E le notizie che filtrano sembrano confermare questa pericolosità così esile.

Ci rendiamo conto che le due notizie si contraddicono?

Non capisco: se si tratta di un’influenza banale, perché tanto allarmismo per una prossima pandemia? Perché la corsa al vaccino? Perché ogni malato viene posto in isolamento?

Delle due l’una: o siamo di fronte ad una truffa colossale messa in piedi per far guadagnare le multinazionali dei farmaci, o l’influenza è pericolosa e medici e ministri ci raccontano balle dicendoci che è banale. Ma in questo secondo caso, cosa si porta dietro questo virus? Ci sono rischi nascosti che non riusciamo a vedere? E’ una porta per forme più pericolose di contagio?

Vorrei che qualcuno mi spiegasse il paradosso dell’influenza suina.

Sapete cosa penso? La pericolosità del virus, al suo apparire, è stata esagerata ad arte, ed amplificata dai media per la smania di catastrofismo che ormai contraddistingue la nostra società, cosicché i governi si precipitassero ad ordinare o prenotare milioni di dosi di vaccino. Le aziende farmaceutiche hanno messo in moto i laboratori di ricerca e le linee di produzione. Ed ora? Non si può mica buttare tutto al vento ammettendo che siamo di fronte ad in virus simile a quello del raffreddore.

Per quanto mi riguarda non assumerò mai il vaccino e se l’influenza mi prende, lascerò che il mio organismo la debelli da solo, come ha sempre fatto tutti i santi inverni.

Condividi l'articolo

1 commento su “L’enigma dell’influenza suina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.