Cattolici e Massoneria

Ho scritto e pubblicato nel mese di settembre un piccolo nuovo libro, dal titolo: “Cattolici e Massoneria. Un dialogo necessario”.

Ho molto riflettuto prima di decidermi a pubblicarlo, perché il mio è un punto di vista controcorrente, al di fuori dei luoghi comuni, che non piacerà a molti cattolici e farà storcere il naso anche a diversi massoni. Io sono persona di dialogo e non di scontro. Mi sono convinto che sia giunto il momento di porre fine alla contrapposizione fra la Chiesa cattolica e la Massoneria, che sia necessario avviare un dialogo e riconoscere quali e quante sono le posizioni comuni di fronte alla crisi che attraversa la società occidentale post cristiana. Chiesa e Massoneria difendono entrambe valori tradizionali, sui quali questa società si fondava. Valori che non vanno persi.

Mi sono anche convinto che non ci sia incompatibilità tra fede cristiana e massoneria, che un cattolico possa anche essere massone in piena serenità di coscienza. Per questo il libro mi porterà più critiche che consensi, più nemici che amici. Così sono stato a lungo incerto se pubblicarlo, poi ho sentito che dovevo farlo, che altrimenti sarei stato un vigliacco. Ho trovato Pagliai di Polistampa che ne ha apprezzato lo scopo e lo ha stampato. Lo ringrazio per il suo coraggio.

Ma il libro non è solo un breve saggio sulla Chiesa cattolica e sulla Massoneria. E’ anche e soprattutto una riflessione sul significato della fede, sul rapporto fra ragione e sapienza, tra fede e dubbio. Non termini antitetici, ma aspetti complementari di una stessa realtà. La nostra parte divina, che è immagine  e somiglianza, cioè due aspetti, della Mente eterna.

1a bozza

 

 

Condividi l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.