La perla

 

Lavamini et mundi estote; auferte malum coginationum vestrarum ab oculis eius.

“Lavatevi e purificatevi, togliete il male dei vostri pensieri dal Suo cospetto”.

La conchiglia genera la perla che, nella tradizione evangelica prima e gnostica poi, rappresenta la particella divina nascosta nel profondo del nostro io.

Ritrovare la perla, che è una cosa sola con Dio, è dunque la strada per ricongiungere a Lui tutto il nostro essere.

Per questo i pensieri terreni vanno eliminati, non solo quelli cattivi, ma tutti, perché ogni pensiero vano è un male in se stesso, cioè un ostacolo per immergersi nel silenzio della nostra profondità e riconoscere la perla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *