I luoghi sottili

 

 

 

Ci sono luoghi sulla superficie del nostro pianeta nei quali si avvertono sensazioni particolari, a volte di inquietudine, a volte di serenità, a volte di un’emozione intensa e indecifrabile. Sono luoghi nei quali l’energia che emerge dal cuore pulsante della terra affiora con maggiore intensità, incontrando le onde silenziose che irradiano dalle profondità del cosmo.

Gli antichi sapevano concentrare queste forze, esaltandone gli effetti e la potenza, entro casse armoniche fatte di pietra, costruite con gli stessi numeri delle frequenze cosmiche.

In quei luoghi, entro quelle mura sacre, avviene una congiunzione misteriosa, un incontro di onde opposte, maschili e femminili, positive e negative, che, risuonando in modo armonico, nutrono l’anima. L’anima è infatti costituita della stessa energia e ad essa si alimenta come dal seno materno.

Irrorata da un intenso bagno di forze arcane, l’anima trova più facilmente se stessa, più facilmente si libera dal corpo per ascendere nell’indicibile dimensione senza tempo e senza materia, ove maschile e femminile diventano una cosa sola.

Lì sono le porte del Cielo.

Lì dunque incontra Dio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *